Il frutto della salute

on

Il frutto della salute
Tanto tempo è passato; tanto che ci siamo tolti anche la mela di torno, i dati scientifici identificano, analizzano e confermano che il succo della salute è il frutto della salute. Buone le funzioni della mela, ma quelle del bergamotto risultano tangibili e molteplici, ogni Ente scientifico negli ultimi anni ha perlomeno intentato un approfondimento sul bergamotto.
Le proprietà e i meravigliosi impieghi del Bergamotto.

Il succo di bergamotto è un portento naturale, non occorre alcuna interazione e/o elaborazione. Utilizzato, raccomandato per ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, ha una azione inibente sul colesterolo “cattivo”, va a contrastare la produzione del colesterolo LDL. Secondo alcune ricerche, inoltre, questo agrume sotto forma di succo, sarebbe anche in grado di incrementare la formazione del cosiddetto colesterolo “buono” .

Il bergamotto “buono” deve essere della Calabria Jonica-reggina, un’area definita geograficamente come Locride e Grecanica, dove trova infatti il suo ecosistema ideale. Locride e Grecanica sono le sedi naturali di un agrume che diventa un prezioso alleato per il benessere e la salute.

Informazioni ed effetti sulla salute del bergamotto, come utilizzare quindi il bergamotto?

Il succo di bergamotto:
spremuta di bergamottoIdeale per il già menzionato effetto sul sistema cardiovascolare, vanta la capacità di regolare i livelli di colesterolo nel sangue e di contrastare la proliferazione di virus e batteri. Il bergamotto è noto anche per il suo potere antiossidante: è ricco infatti di vitamina A e vitamina C e contiene buone quantità di flavonoidi; queste sostanze sono in grado di mantenere in salute il sistema immunitario, il sistema circolatorio e di favorire il benessere e la giovinezza della pelle e del capelli.
Il bergamotto dimostra conclamate proprietà antisettiche e antinfiammatorie, le applicazioni si rivelano molto valide, tra l’altro, per il trattamento di alcuni disturbi del cavo orale. E’ antimicotico, balsamico sulle vie respiratorie e lievemente analgesico. Bergasterol, succo di bergamotto

 

 

La polvere di bergamotto:
Sotto forma di tè o tisana, utilizzando le polveri, si possono contrastare le coliche intestinali ed aiutare le vie urinarie in caso di infezione. Le polveri di bergamotto sono da preferire al succo se si soffre di bruciore gastrico. Le polveri di bergamotto contengono mediamente il 7/8% di flavonoidi e confermano stesse funzioni del succo. Bergastatina, estratto secco di bergamotto

 

 

 

 

L’olio essenziale di bergamotto:
Oggi, la prima indicazione sull’olio essenziale di bergamotto è che è l’essenza più contraffatta al mondo, facile l’acquisto di prodotti annacquati e di miscelazioni chimiche. Questo aspetto è da valutare sotto ogni aspetto di utilizzo, sia alimentare che salutistico.
L’olio essenziale di bergamotto può essere impiegato anche per effettuare massaggi e per l’aromaterapia, il profumo di bergamotto stimola il rilassamento. E’ indicato per alleviare gli stati di ansia e di depressione . Purifica la pelle, ne riduce i pruriti e rivela proprietà febbrifughe. Aggiunto alla shampoo invece, sembrerebbe contrastare la formazione della forfora. Meglio se vi procurate la “versione” – distillato di bergamotto -. Olio essenziale di bergamotto naturale